SESSIONE GENERALE DELLE DONNE

I dirigenti della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni hanno incoraggiato le donne Mormoni a concentrarsi sulla dottrina di Gesù Cristo, mentre centinaia di migliaia di donne, giovani donne e ragazzine dagli 8 anni in su erano radunate, in tutto il mondo, per seguire la prima sessione della Conferenza Generale.

La sessione delle donne della 186a Conferenza Semestrale Generale si è tenuta Sabato 24 Settembre 2016, presso il Centro delle conferenze di Salt Lake City in Utah, ed è stata condotta da Sorella Linda K. Burton, presidentessa generale della Società di Soccorso.

La dottrina di Gesù Cristo

“Continuate a costruire ogni giorno sulle fondamenta della dottrina di Gesù Cristo” ha esortato sorella Carole M. Stephens, prima consigliera della Presidenza Generale della Società di Soccorso. La sorella Stephens ha focalizzato le sue osservazioni su un discorso tenuto un anno fa dal presidente Russell M. Nelson, membro del Quorum dei Dodici Apostoli, dal titolo “Un appello alle mie sorelle“.

Ha detto che il Salvatore è in grado di darci “sollievo permanente” dal dolore causato dal peccato, rafforzarci quando sperimentiamo il dolore causato dalle “azioni ingiuste degli altri” e offrire conforto a coloro che hanno sperimentato “disastri, malattia mentale, malattie, dolore cronico e morte”.

“La nostra fede in Gesù Cristo ci permette di affrontare qualsiasi sfida” ha sottolineato sorella Stephens, che ha detto di amare le donne che incontra e quello che impara da loro, quando viaggia in tutto il mondo. “Non c’è nulla come lo starvi accanto, occhi negli occhi e cuore a cuore”.

“Sorelle, viviamo in tempi difficili” ha detto sorella Bonnie L. Oscarson, presidentessa generale delle Giovani Donne, facendo riferimento alla “condizione sempre più secolarizzata del nostro mondo”.

Sorella Oscarson ha continuato: “Se le tendenze attuali sono un’indicazione, dobbiamo essere preparate per le tempeste che ci attendono.”

Studiare le dottrine fondamentali del Vangelo

La dirigente delle Giovani Donne ha invitato le ragazze e le donne della Chiesa a “studiare le dottrine fondamentali del Vangelo e ad avere una testimonianza incrollabile della loro veridicità”.

Ha anche fatto riferimento al discorso del presidente Nelson tenuto durante la Conferenza Generale di Ottobre del 2015. Ha predetto che gli attacchi contro la Chiesa sarebbero continuati e che le donne devono acquisire una profonda comprensione della dottrina di Cristo.

Sorella Oscarson ha incoraggiato le donne a studiare l’espiazione di Gesù Cristo, ad insegnare alle loro famiglie ed agli altri il piano di salvezza, a comprendere la necessità della restaurazione della dottrina, a studiare e comprendere le ordinanze del tempio e le alleanze, o promesse, fatte con il Signore.

“Mi preoccupa il fatto che viviamo in una tale atmosfera che, per non offendere nessuno, ci porta ad evitare del tutto l’insegnamento dei principi corretti” ha detto la dirigente delle giovani donne. “Se non insegniamo ai nostri bambini e ai nostri giovani la vera dottrina – e non la insegniamo chiaramente – il mondo insegnerà loro le menzogne di Satana”.

I rifugiati e la carità

Sorella Jean B. Bingham, prima consigliera della Presidenza Generale della Primaria, ha affrontato il tema della carità e degli sforzi della Chiesa per aiutare i rifugiati nelle comunità di tutto il mondo.

“Mentre condividete il vostro tempo, i vostri talenti e le vostre risorse, il vostro cuore e quello dei rifugiati verranno alleggeriti” ha detto sorella Bingham. “La costruzione della speranza e della fede e, ancora di più, il grande amore tra ricevente e donatore sono inevitabili risultati della vera carità.”

“Siamo troppo concentrate sulle versioni della vita che vediamo su Pinterest o Instagram o sulla competizione che c’è a scuola o sul posto di lavoro” ha detto incoraggiando, poi, le donne ad usare parole positive per supportare gli altri.

“Sia che siamo 8 o 108, siamo in grado di portare la luce del Vangelo nel nostro ambiente, sia esso un appartamento in un grattacielo a Manhattan, una palafitta in Malesia o una yurta in Mongolia” ha aggiunto sorella Bingham. “Siamo in grado di cercare il bene negli altri e nelle circostanze che viviamo”.

Come ultimo oratore ha parlato il presidente Dieter F. Uchtdorf, secondo consigliere della Prima Presidenza, che ha condiviso delle riflessioni sulle donne influenti della sua vita tra cui sua nonna, sua madre e sua moglie, mentre parlava della forza della fede.

“Forse quello che mi umilia di più è sapere che la stessa influenza viene replicata milioni di volte in tutta la Chiesa attraverso la capacità, il talento, l’intelligenza e la testimonianza di donne di fede come voi” ha detto il presidente Uchtdorf.

“A volte, non è facile sviluppare la fede nelle cose spirituali pur vivendo in un mondo fisico. Ma vale la pena, perché il potere della fede nella nostra vita può essere profondo” ha detto.

La fede è la fiducia

La fiducia nel fatto che Dio vede ciò che noi non possiamo vedere e che Egli conosce ciò che noi non conosciamo” ha detto il presidente Uchtdorf, una lezione che ha imparato come pilota di linea quando ha dovuto fare affidamento sui suoi strumenti per il controllo del traffico aereo in volo, durante una fitta nebbia o nel bel mezzo delle nuvole.

Il presidente Uchtdorf ha anche raccontato la storia di quando i missionari bussarono alla porta di sua moglie Harriet, quando era una giovane ragazza che viveva con la madre e la sorella, dopo la morte del padre, all’ultimo piano di un condominio di quattro piani a Francoforte, in Germania. “Quante volte ho reso grazie perché loro hanno deciso di andare anche al quarto piano, a quell’ultima porta.”

Ha concluso: “Dio remunera quelli che lo cercano, ma la ricompensa di solito non è dietro la prima porta. Così continuate a bussare. Non mollate. Cercate Dio con tutto il cuore. Esercitate la fede. Passeggiate nella giustizia”.

Durante la sessione, la musica è stata offerta da un coro formato da giovani donne delle congregazioni di Ogden, Huntsville e Morgan, Utah.

La sessione generale delle donne è la prima delle sei sessioni della Conferenza Generale. E’ stata trasmessa in diretta in molte lingue nelle cappelle dei Santi degli Ultimi Giorni, in televisione, alla radio e tramite Internet.

La Conferenza Generale è proseguita Sabato e Domenica 1 e 2 Ottobre, presso il Centro Congressi, con sessioni di due ore ogni mattina alle 10:00 e il pomeriggio alle 14:00. La sessione generale del Sacerdozio si è tenuta Sabato sera, con inizio alle 18:00. Tutte le sessioni sono state trasmesse in diretta e sono visibili in streaming su LDS.org.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito mormonnewsroom.org e tradotto da Cinzia Galasso.

 

The following two tabs change content below.

Cinzia Galasso

Cinzia è un'impiegata ed una traduttrice. Ha una laurea in Scienze dell'Educazione e ha anche insegnato, per un paio di anni, a bambini della scuola materna, un lavoro che ha amato molto. E' stata un'insegnante nelle classi della Società di Soccorso, delle Giovani Donne e dell'Istituto. Ha molti interessi: patchwork, quilling, oli essenziali. Le piace prendersi cura di sè con soluzioni naturali. E' vegana e ama gli animali e la natura ed è fermamente convinta che le creazioni di Dio siano sacre. E' una volontaria dell'ENPA, un'associazione italiana, per la protezione degli animali ed è anche un membro di Greenpeace e del WWF. Ama passare il tempo con la sua famiglia e i suoi amici. Ama il vangelo di Gesù Cristo e sa che le famiglie sono eterne.

Pin It on Pinterest